Il marchio

Sin dagli inizi della propria attività, la Carlo Moretti  riconosce il valore e la strategicità della comunicazione aziendale. Nel 1963 Carlo e Giovanni Moretti incaricano un giovanissimo Gaetano Pesce, conosciuto tramite amici comuni, di disegnare il marchio dell’azienda.

Dalla collaborazione con Pesce, che aveva allora aperto uno studio a Padova con Milena Vettore, oltre al marchio, declinato su tutti gli strumenti di comunicazione, ne risultano il progetto dell’arredamento dell’ufficio e dello show-room “a scacchiera”, tuttora rimasto intatto, ed alcuni oggetti (bicchieri, brocche per acqua e vino, portasigarette e coppette) messi in produzione.

Il marchio poi è stato oggetto negli anni ’80 di un restyling a cura dello studio Tapiro di Venezia, che ne ha mantenuto l’impostazione originaria sia pur riproporzionato e coordinato a una nuova tipografia.