Carlo Moretti

Nato a Murano nel 1934, è vissuto a Venezia, con la moglie Bruna Matteotti, in una casa sopra i tetti e i canali adiacenti al ponte di Rialto, sino alla sua improvvisa scomparsa, il 30 maggio 2008. Dopo gli studi classici si iscrive a Giurisprudenza. Attratto dall’irresistibile richiamo del Cristallo di Murano, patrimonio familiare, fonda con il fratello Giovanni nel 1958 la Carlo Moretti, dove si occupa principalmente del disegno e della produzione degli oggetti dell’azienda. Negli anni ’80 anima la realizzazione di vari consorzi nell’isola di Murano. Riceve diversi premi e riconoscimenti internazionali ed è invitato a tenere conferenze sulla propria opera presso istituzioni della cultura e dell’arte in tutto il mondo. Ama l’arte e l’architettura, la musica classica ed è un vorace lettore. Divide il suo tempo tra lunghi viaggi in tutto il mondo, alla scoperta di musei vecchi e nuovi e di linee e tendenze d’avanguardia, e lunghe passeggiate in montagna. L’osservazione dei fatti quotidiani così come il confronto con culture diverse e lontane spesso diventa, rielaborato, lo spunto per la creazione di oggetti unici. Della ricerca dell’essenzialità e della sintesi ha fatto la sua cifra personale e professionale.
La sua scomparsa, avvenuta in coincidenza con il cinquantesimo anniversario dell’azienda, lascia un grande vuoto nel panorama innovativo del design e della creazione in vetro, a livello internazionale, così come il suo stile personale, discreto e schivo, in quanti lo hanno conosciuto.